Villa Armanda si trova a circa 30 minuti di auto da molti luoghi di interesse turistico sia per motivi paesaggistici che culturali e gastronomici. Vi proponiamo una breve panoramica che ognuno potrà integrare in base ai propri interessi.

Per i Monti Prenestini. Da San Vito prendere la via Empolitana in direzione Pisoniano Tivoli. Dopo poco più di un chilometro prendere la deviazione per Capranica Prenestina. Potete visitare:

  • Capranica Prenestina: paese medioevale con una incantevole cupola attribuita al Bramante;
  • Monte Guadagnolo: la vetta più elevata dei Monti Prenestini; in cima al monte vi è il centro abitato più alto del Lazio; i pianori sottostanti alla vetta sono stati utilizzati negli anni ’60 e ’70 per l’ambientazione di molti film western. Al paese di Guadagnolo potrete mangiare la migliore ricotta del Lazio e di conseguenza anche squisiti ravioli;
  • Santuario della Mentorella: è il santuario più antico d’Italia essendo stato fondato, secondo la tradizione, dall’imperatore Costantino. Da oltre un secolo è tenuto da una confraternita di monaci polacchi. All’interno si trova la Madonna nera di Cracovia delle icone più celebri dell’Europa dell’est. Il santuraio era particolarmente caro a Papa Giovanni Paolo II che spesso vi si recava in meditazione. Dal santuario si gode di una vista mozzafiato che spazia su gran parte del Lazio orientale. La Mentorella è raggiungibile anche da un bellissimo percorso pedonale della durata di circa 3 ore.

I paesi della valle del Sacco. Da San Vito prendere la via per Genazzano. Da vedere:

  • Genazzano: paese medioevale con un bellissimo ninfeo rinascimentale ed un castello imponente; ottime le trattorie in cui gusterete della fantastica pasta fatta in casa. A Genazzano si trova il Tennis club La Signoretta, una delle migliori scuole di tennis del centro Italia, che offre stage frequentati da giovani provenienti da tutta Italia e da molte nazioni estere;
  • Olevano Romano: paese medioevale dove nell’ottocento era presente una nota scuola di pittura paesaggistica; nel paese troverete ottimi ristoranti;
  • Piglio: famoso come luogo di produzione di un ottimo vino rosso il Cesanese del Piglio; la zona d.o.c. del Cesanese si estende anche nel territorio di Olevano Romano.

Il percorso dei monasteri. Da San vito prendere la via Bellegra e seguire le indicazioni. Di interesse:

  • le sorgenti del fiume Sacco: dopo 500 metri dall’inizio della strada per Bellegra inizia la pittoresca passeggiata che, in circa 45 minuti di discesa tra i boschi, porta alle sorgenti del fiume Sacco: le sorgenti sono in parte imbrigliate per dare acqua ad un acquedotto locale;
  • il ritiro di San Francesco: dopo circa sei chilometri dall’inizio della strada per Bellegra, sulla sinistra si trova l’indicazione per questo monastero francescano, meno noto di altri si caratterizza per la bellezza dei boschi in cui è posizionato;
  • Subiaco: paese di origine romana nella alte valle dell’Aniene, famoso soprattutto per i 2 grandi monasteri benedettini del Sacro Speco e di Santa Scolastica. Sono tra i più suggestivi monasteri italiani situati in posti bellissimi e ricchi di capolavori d’arte.

Per le montagne dell’Appennino laziale. Da San Vito si è molto vicini ad alcune bellissime montagne dell’Appennino laziale. Vi proponiamo questo giro che si può fare in mezza giornata o poco più. Da San Vito prendere la via per Genazzano e dopo quella per il Piglio; prima del Piglio prendere la deviazione per il monte Scalambra. Monte Scalambra alto più di 1.400 metri domina la media valle del Sacco; dalla sua cima si può osservare uno splendido panorama. Dal Monte Scalambra si procede verso gli Altipiani di Arcinazzo, bella località di villeggiatura nota fin dai tempi dei romani (vi sono alcuni resti di ville di età imperiale). Dagli Altipiani di Arcinazzo si prosegue per Monte Livata, sopra Subiaco, stazione sciistica comoda da raggiungere da Roma. Volendo si può tornare a San Vito attraverso il percorso dei Monasteri.

Da San Vito in 20 minuti di auto si arriva a Tivoli, paese di origine romana di oltre 50.000 abitanti, famoso in tutto il mondo per le sue tre ville: Villa Adriana, Villa Gregoriana e Villa d’Este. Ottimi i ristoranti.

Da San Vito in un quarto d’ora circa si arriva a Palestrina paese di oltre 15.000 abitanti. Di origine romana è famoso nel mondo per l’imponente santuario della Dea fortuna primigenia; bellissimo il centro medioevale, sorto su preesistenti resti romani, con la bellissima cattedrale dedicata a Sant’Agapito. A Palestrina nacque Pierluigi da Palestrina il più famoso compositore di musica polifonica: ogni anno a Palestrina si svolge, in onore di Pierluigi, un festival internazionale di musica polifonica.

Inoltre a meno di un’ora di macchina si può visitare Fiuggi, cittadina termale famosa per le sue acque – l’acqua di Fiuggi.

Annunci